un po' di matematica….e altro

La vacanza lunga tre mesi

Risultati immagini per nonni e nipoti

Estate uguale vacanze. Certo, ma… quando mamma e papà lavorano e  la scuola dell’infanzia è chiusa, come si fa? Beh, questo è proprio il momento dei nonni, che possono approfittarne per godersi i nipoti e portarli via dall’afa delle città per un periodo più o meno lungo. E’ capito a noi fare quest’anno questa esperienza per circa tre mesi. Ma intendiamoci: il primo “ma” riguarda i genitori, che spesso sono un po’ preoccupati, più o meno consciamente, a lasciar andare Gaia via con i nonni, sia perché possono sentirsi un po’ in colpa nell’allontanarsi dalla figlia, sia perché sanno di dover inevitabilmente accettare che le regole che sono riusciti, magari faticosamente, a imporre in casa, vengano rispettate solo parzialmente. Il secondo “ ma “ riguarda  i “vizi” dati dai nonni. Sì, perché i genitori ci accusano di essere troppo cedevoli, di assecondare i capricci, di non rispettare “i paletti” che loro hanno dato alla bimba, a casa. È vero? Beh, forse un po’ sì. Però è vero anche che la bambina, sa benissimo che dai nonni può permettersi degli strappi alla regola che con i genitori non sono concessi, ed è pronta a rientrare nei ranghi una volta a casa. E allora, perché non farle qualche concessione in più, quando è in vacanza con noi? La vacanza con Gaia è stata per me e mio marito un’autentica occasione di creare un legame duraturo e ricordi luminosi, quelli che forse l’accompagneranno per tutta la vita (per noi è stato così: abbiamo dei bellissimi ricordi di cose che ci hanno permesso di fare i nonni). Quindi  abbiamo messo, alcune volte a turno, da parte gli impegni e abbiamo dedicato a lei il nostro tempo giocando, leggendo e raccontando non solo fiabe, ma anche aneddoti del nostro passato o di quello della sua mamma e dello zio che è stato quasi sempre presente, durante il mese di giugno e i primi giorni di luglio, con noi. A lei piaceva moltissimo sentire raccontare di quando “ziù” (nomignolo con cui chiama lo zio) e la mamma erano piccoli. Abbiamo condiviso con lei alcune nostre passioni (lunghe passeggiate quando il mare era mosso o c’era vento e non si poteva aprire l’ombrellone, la cucina, i giochi, la raccolta di ortaggi…le lezioni di nuoto e le coccole la sera prima di dormire). Ho dimenticato una cosa importante: i genitori trascorrevano con noi quasi tutti i fine settimana!!! A fine agosto è tornata a Reggio…..abbiamo bisogno moltissimo del suo sorriso,  della sua allegria e di “nonni fatemi sognare raccontando  le vostre storie”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: